Macbook pro o macbook air quale scegliere

 

Chi mi conosce sa perfettamente quanto io sia maniacale nell’utilizzare e acquistare prodotti Apple. Sono un fedelissimo, tanto da esserne pure socio azionario.

Negli anni sono rimasto costantemente aggiornato nella fuoriuscita dei nuovi prodotti della mela morsicata, acquistandoli quasi tutti (budget e interesse permettendo).

Fino alla scorsa estate ho continuato ad essere un grande fan, nonché utente, della gamma macbook pro, ma quest’estate qualcosa è cambiato.

Il mio passaggio a Macbook Air

Il mio ipad non rispecchiava la soluzione ottimale di portabilità e produttività di cui necessitavo, così decisi di acquistare il mio attuale Macbook Air, e lo feci in modo estremo: Macbook air 11 pollici.

Vi chiederete come sia andata a finire la storia: il mio macbook pro è rimasto sulla scrivania per mesi per poi essere rivenduto.

La mia paura principale quando comprai l’Air fu quella relativa alla dimensione dello schermo: dato che ero un possessore di macbook pro avevo il terrore di non riuscirmi ad adattare agli 11 pollici del display, ma non volevo nemmeno ricorrere a una scelta mediata comprando il 13″ e sacrificando l’ideale di portabilità a cui miravo.

Così, ben cosciente di avere un macbook pro di riserva sulla mia scrivania di casa, optai definitivamente per l’air 11″ e vi assicuro che dopo il primo giorno di utilizzo me ne sono totalmente innamorato, adattandomi perfettamente alle sue dimensioni minute.

Avevo messo in conto di comprarmi il thunderbolt display della apple per collegarlo al mio nuovo “mini macbook” nel caso avessi avuto bisogno di uno schermo più grande per lavorare alle produzioni grafiche, ma il caso vuole che fino ad oggi io non ne abbia ancora sentito la necessità, continuando ad usare l’undici pollici per tutti i miei progetti più esigenti.

A livello di prestazioni non c’è niente da dire: sebbene abbia optato per la versione base della gamma air, il piccolino si è dimostrato una vera bomba. Mai nessun tipo di problema o rallentamento e occasionalmente mi è capitato di utilizzare i programmi più pesanti della suite adobe senza riscontrare alcun impedimento (contate che l’utilizzo di photoshop per me è all’ordine del giorno).

Posso concludere dicendo che negli ultimi mesi siamo diventati compagni inseparabili di viaggio: lui è leggero, una presenza quasi impalpabile, ma quando lo apro e mi metto al lavoro, che io sia in treno, in metropolitana o in hotel, ringrazio dio che il mio iPad sia sul comodino di casa.

Chi l’ha mai detto che grosso è meglio?

Se avete qualche domanda non esitate a lasciarmela qua sotto tra i commenti.

PS: Sei un imprenditore digitale o aspirante tale?

Nel 2015 ho creato un gruppo segreto di esperti di digital Marketing. Oggi Marketers è il più grande gruppo d’Italia di Imprenditori Digitali. Stiamo approvando nuovi membri!

Scopri i nostri segreti, le nostre strategie e le nostre tecniche per lanciare il tuo business online. Siamo in più di 19.000 membri ed è 100% gratuito! Fai click qui per iscriviti!

Share This